Il capolavoro filosofico di Spinoza, l’esposizione del suo sistema metafisico, al quale lavorò dal 1661 al 1665 per poi portarlo a termine poco prima di morire. Scritto in latino, fu pubblicato ad Amsterdam nel 1677.
Dio o la Natura non agiscono secondo scopi, ma per necessità: bene o male non indicano qualcosa di positivo nelle cose, ma soltanto le rappresentazioni umane di esse. Buono e ciò che aiuta l’uomo ad avvicinarsi al suo “modello”.
Dal principio dell’autoconservazione consegue che virtù significa la forza di seguire la propria natura, di realizzare il proprio poter-essere. L’affettività va mediata con la ragione, in quanto la conoscenza diviene essa stessa affetto, gioia che corrisponde all’essenza della natura umana. L’uomo, che ha tanta più virtù quanto più cerca di conservare il proprio essere, impara che agire per virtù altro non e se non agire sotto la guida della ragione e mirare per se a ciò cui mira anche per altri.
La riuscita della virtù significa “felicità”, e poichè, secondo Spinoza, le azioni razionali sono sempre buone, la cosa migliore per l’uomo e vivere sotto la guida della ragione.

Titolo
Etica
ISBN
9788833917252
Autore
Collana
Anno
2006
Formato
Brossura
N° di pagine
289

  • I libri di Bento De Spinoza

Etica

Etica

B. De Spinoza

Il capolavoro filosofico di Spinoza, l’esposizione del suo sistema metafisico, al quale lavorò dal 1661 al 1665 per poi portarlo…

18,00€