Cambiamento climatico: 4 libri per ragionare

di Redazione | 08.01.2021

Si è appena chiuso un anno davvero difficile, e quello che si prospetta non sembra annunciarsi migliore. Ciò che abbiamo imparato dalla pandemia di Covid-19 è che il pianeta su cui abitiamo non è indifferente all’accelerazione del cambiamento climatico, alla crescita costante della popolazione mondiale, alla deforestazione, all’erosione delle coste o alla concentrazione abitativa. Il […]


Si è appena chiuso un anno davvero difficile, e quello che si prospetta non sembra annunciarsi migliore.
Ciò che abbiamo imparato dalla pandemia di Covid-19 è che il pianeta su cui abitiamo non è indifferente all’accelerazione del cambiamento climatico, alla crescita costante della popolazione mondiale, alla deforestazione, all’erosione delle coste o alla concentrazione abitativa.

Il virus non è intelligente, ma noi dovremmo esserlo, e lo spillover è anche una conseguenza delle nostre azioni.

È notizia relativamente recente che alcuni scienziati stiano tentando di riportare in vita il Mammut lanoso, allo scopo di “liberare” le mandrie in ambiente artico, di modo che con il loro peso possano aiutare a compattare il permafrost e a impedire la fuoriuscita di gas serra, metano e CO2.

Ma al di là di scenari futuribili alla Jurassic Park, che come sempre la letteratura anticipa rispetto alla realtà, riteniamo sia sempre più utile una documentazione precisa e affidabile sull’argomento, per sgombrare il campo da incertezze e sentito dire e vivere il presente in maniera consapevole.

Vi proponiamo una carrellata dei nostri titoli in catalogo, scritti da autorevoli scienziati e divulgatori.

 

Addio ai ghiacci

Il Polo si sta inesorabilmente sciogliendo. È un fatto. Addio ai ghiacci contiene tutti i dati incontrovertibili dell’evidenza scientifica, minuziosamente raccolti, spiegati e argomentati in maniera estremamente comprensibile per chiunque: non dà scampo. È un appello accorato e competente che non deve cadere nel vuoto, e non riguarda solo il Polo, ma il futuro del pianeta. intero.

Peter Wadhams, Addio ai ghiacci

L'alternativa razionale

Decenni di discussioni sul riscaldamento globale hanno finora portato solo a politiche confuse, fatte più di roboanti dichiarazioni che di soluzioni reali. Intanto il carbonio nell’atmosfera continua a crescere e l’effetto serra si intensifica. Davvero non si può fare nient’altro? In effetti sì, tecnicamente si può, si chiama geoingegneria e costerebbe anche molto poco.

David Keith,L’alternativa razionale

Novacene

James Lovelock ha superato il secolo di vita ma sembra tutt’altro che rassegnato a farsi da parte. In Novacene affronta infatti due dei temi più attuali, inquietanti e complessi della contemporaneità: il nostro rapporto con le macchine intelligenti e il destino della Terra. Secondo Lovelock, l’Antropocene – l’era geologica in cui la nostra specie si è dimostrata un fattore critico per l’intero pianeta – farà presto spazio all’età successiva, il «Novacene», quella della collaborazione tra l’uomo e le macchine

James Lovelock,Novacene

Storia culturale del clima

Gli uomini sono figli dell’Era glaciale: solo quando il freddo intenso dell’ultima glaciazione cominciò a stemperarsi, oltre 10.000 anni fa, apparve la coltivazione, e con questa l’urbanizzazione e l’inizio della storia. Può apparire paradossale, ma è stato il riscaldamento del clima a crearci. Diventa ora sempre più chiaro che il clima della Terra è parte integrante e motore inconsapevole dello sviluppo storico, politico e culturale dell’uomo e Wolfgang Behringer lo dimostra per la prima volta in forma estesa, con chiarezza e abbondanza di esempi.

Wolfgang Behringer,Storia culturale del clima