L'autore

Immanuel
Kant

Immanuel Kant (Königsberg 1724-1804), figlio di una famiglia di origine scozzese e di modesta condizione. Il padre, Giovanni Giorgio Kant, era un sellaio, la madre, Anna Regina Reuter, fu una seguace del pietismo. Al collegio Kant studia molto il latino, poco il greco (limitato al Nuovo Testamento) e quasi per nulla le materie scientifiche. Nel 1740, Kant intraprese studi filosofici, di teologia e di matematica all’università di Königsberg, dove fu allievo di Martin Knutzen, docente di matematica e fisica newtoniana. È autore, tra l’altro, di: Storia universale della natura e teoria del cielo (1755); Osservazioni sul sentimento del bello e del sublime (1764); Critica della ragion pura (1781; 1787); Prolegomeni ad ogni futura metafisica che potrà presentarsi come scienza (1783); Risposta alla domanda: che cos’è l’Illuminismo? (1784); Primi principi metafisici della scienza della natura (1786); Critica della ragion pratica (1788); Critica della capacità di giudizio (1790); La religione entro i limiti della ragione (1793); La fine di tutte le cose (1794); Per la pace perpetua. Un progetto filosofico (1795); Metafisica dei costumi (1797); Antropologia dal punto di vista pragmatico (1798).


La fine di tutte le cose

La fine di tutte le cose

I. Kant

Come ha scritto Jacob Taubes, nelle pagine de La fine di tutte le cose – l’opera forse più ingiustamente trascurata dell’ultima…

10,00€

  • Eventi di Immanuel Kant

  • Tutti
    • Tutti

Nessun evento disponibile per questo autore