8 Ottobre

Alla scoperta dell’ «umanesimo scientifico» – Passeggiata letteraria

Nell’ambito della manifestazione Portici di carta 2017, la casa editrice Bollati Boringhieri partecipa come editore ospite.
Ricorre quest’anno il 60° anniversario dalla fondazione della casa editrice.

 

Alla scoperta dell’ «umanesimo scientifico»

 

Bollati Boringhieri e l’approdo della cultura scientifica nel panorama italiano di metà Novecento.
La passeggiata è guidata da Michele Luzzatto, editor della Saggistica della casa editrice.

 

Tappe:

 

  1. C.so Vittorio Emanuele II, 86: attuale sede della casa editrice (ritrovo partecipanti)
  2. Via Brofferio 3: sede distaccata delle Edizioni scientifiche Einaudi
  3. Via Biancamano 2: storica sede della casa editrice Einaudi

 

Dalla sede originaria di via Brofferio, una vera e propria “repubblica autonoma” dalla casa madre Einaudi, in cui Boringhieri aveva assunto la carica di Responsabile delle Edizioni Scientifiche, la casa editrice si trasferisce nell’attuale sede di C.so Vittorio Emanuele II . La sua idea è chiara: nel panorama editoriale italiano manca un editore che prenda sul serio il cambiamento culturale favorito dal tumultuoso avanzamento delle scienze nel Novecento.

Nell’estate del 1956, annunciando la pubblicazione dell’Autobiografia scientifica di Max Planck, Boringhieri scrive nel “Notiziario” per le librerie:

«Il nuovo umanesimo, l’umanesimo scientifico dell’epoca moderna, non può più permettersi di conoscere quello che dicono e pensano i filosofi, politici, artisti, ignorando quello che dicono e pensano gli scienziati». Una frase destinata a rimanere come guida e manifesto per il lavoro editoriale della casa editrice fino a oggi.

agenda