I neuroni specchio Come capiamo ciò che fanno gli altri
Marco Iacoboni
"I neuroni specchio sono per le neuroscienze ciò che il dna è stato per la biologia" Vilayanur Ramachandran
Anno 2008
Collana «Saggi. Scienze»
Prezzo €20,00
260 Pagine
Recensioni
Rassegna Stampa:
01-01-2009 - L'Indice dei Libri del Mese
26-03-2009 - Nova 24 - Il Sole 24 Ore
01-12-2008 - Rivista di Biologia
15-04-2010 - Il Sole 24 ore-Nova 24
Area Universitaria:
Psicologia clinica, psicoterapia, psichiatria, psicopedagogia
Scienze della vita e medicina
il contenuto
Come descrivere la straordinaria capacità umana di leggere nella mente degli altri individui, comprendendo in modo immediato i loro pensieri e sentimenti, cogliendo le loro intenzioni e reagendo in modo appropriato alle azioni da essi compiute? Finora la scienza non era riuscita a spiegare questa fondamentale possibilità del nostro cervello, che, creando un ponte tra il sé e l’altro, rende possibile lo sviluppo della cultura e della società. Oggi, grazie alla scoperta dei neuroni specchio a opera del gruppo di neurofisiologi di Parma coordinato da Giacomo Rizzolatti, si è aperta una prospettiva di ricerca rivoluzionaria, che rende possibile indagare le basi neurobiologiche della cognizione sociale. I neuroni specchio sono stati localizzati inizialmente, circa una ventina di anni fa, nella corteccia premotoria delle scimmie, durante esperimenti di registrazione del singolo neurone. La loro attività è stata subito connessa al riconoscimento di azioni finalizzate al raggiungimento di oggetti. In particolare, si è constatato che durante l’osservazione di un’azione eseguita da un altro individuo, il sistema neurale dell’osservatore si attiva come se fosse egli stesso a compiere la medesima azione che osserva: di qui il nome «neuroni specchio», per rendere conto di questa reazione speculare del sistema nervoso. In seguito, grazie all’impiego di tecniche non invasive di neuroimaging come la tomografia a emissione di positroni o la risonanza magnetica funzionale, si è descritto un sistema specchio anche nell’uomo e nei laboratori di tutto il mondo si lavora oggi per affinarne la conoscenza: si ritiene che l’attività dei neuroni specchio sia alla base del riconoscimento delle intenzioni e delle emozioni altrui, che essi rendano possibile l’apprendimento imitativo e la comunicazione verbale, e che un loro cattivo funzionamento provochi un grave deficit come l’autismo. Marco Iacoboni, pioniere della descrizione del ruolo dei neuroni specchio nel comportamento umano, ci conduce direttamente al cuore di queste affascinanti ricerche, illustrando in modo dettagliato e chiaro i principali esperimenti che ne hanno segnato le tappe e discutendo la loro ricaduta non solo a livello scientifico, ma anche filosofico e sociale.
l'autore
Marco Iacoboni insegna alla Facoltà di Medicina dell’Università della California a Los Angeles, dove dirige anche il Laboratorio di stimolazione magnetica transcranica. Le sue ricerche sul ruolo dei neuroni specchio nel comportamento umano, oltre a essere oggetto di numerose pubblicazioni specialistiche, hanno riscosso un grande successo mediatico e sono state descritte sui principali quotidiani di tutto il mondo.