Islam e storia. Contro il discorso religioso
Abu Zayd Nasr
Anno 2002
Collana «Saggi. Storia, filosofia e scienze sociali»
Prezzo €23,00
240 pp.
Area Universitaria:
Storia Moderna e Contemporanea
Religione e Storia delle religioni
il contenuto
Il libro propone una raccolta di testi del pensatore egiziano Nasr Abu–Zayd, le cui rigorose analisi coraniche costituiscono indubbiamente uno dei progetti culturali più ambiziosi che un intellettuale arabo abbia concepito e portato a compimento negli ultimi anni, in vista di un rinnovamento del pensiero religioso musulmano. Questo progetto è stato parzialmente vittima di un fenomeno di occultamento a causa di quello che ormai si suole chiamare «l’affaire Abu–Zayd», culminato nel singolare processo intentatogli nel suo paese con l’accusa di apostasia. Il punto da cui parte Abu–Zayd in questi scritti è il carattere storico del testo coranico, nel senso che la Rivelazione si è prodotta in un periodo preciso, in un luogo determinato e in una certa lingua. Essa costituisce dunque un prodotto culturale, sicché per leggere oggi il Corano occorre cominciare con il restituirlo al suo contesto, sottoponendolo a una duplice analisi, storica e linguistica. Posizione che, senza negare il messaggio universale del testo e della tradizione che fa capo al Profeta, chiaramente impedisce qualsiasi manipolazione politica o ideologica, e soprattutto costituisce la critica più radicale di ogni forma di fondamentalismo.
l'autore
Nasr Abu Zayd (1943-2010), già professore all'Università del Cairo, è stato costretto all'esilio dalla persecuzione dei fondamentalisti islamici. Autore di una decina di opere sul pensiero arabo classico e contemporaneo, ha insegnato all'Università di Leida, nei Paesi Bassi.