Il posto dei calzini. La svolta linguistica dell'economia e i suoi effetti sulla politica
Marazzi Christian
Anno 1999
Collana «Temi»
Prezzo €12,39
133 pp.
Area Universitaria:
Economia e Storia Economica
Dello Stesso Autore:
il contenuto
"Lavorare comunicando". Il nostro tempo ha conosciuto una trasformazione profonda dei processi produttivi. Mentre la catena di montaggio escludeva ogni forma di linguaggio come fattore direttamente produttivo, oggi non si dà produzione senza comunicazione: anzi, lavoro e informazione si sovrappongono necessariamente per garantire il massimo effetto nel minor tempo possibile. Ecco l'avvento delle nuove tecnologie come vere e proprie macchine linguistiche. Questa rivoluzione ha imposto un nuovo modello di lavoratore, non più specializzato, ma versatile, capace di adattarsi a nuove esigenze. Se in passato trionfava una produzione standardizzata di massa (fu Henry Ford all'inizio del secolo a organizzare negli Stati Uniti la cosiddetta catena di montaggio), oggi si impongono prodotti differenziati e variati secondo i gusti dei consumatori. E' questo il modello postfordista su cui si sofferma Christian Marazzi, percorrendone gli sviluppi dalle origini giapponesi fino alle innovazioni in rapporto alle sfere politiche e amministrative sempre più direttamente coinvolte nella determinazione del processo produttivo e delle sue conseguenze.
l'autore
Christian Marazzi è nato nel 1951 a Lugano, in Svizzera. Laureato in Scienze Politiche all'Università di Padova, ha conseguito il dottorato in Scienze economiche alla City University di Londra. Dopo aver insegnato all'Università di Padova, alla State University di New York e alle Università di Losanna e di Ginevra, attualmente è docente presso la Scuola Universitaria della Svizzera Italiana.