La decrescita prima della decrescita

Precursori e compagni di strada

Traduzione di Fabrizio Grillenzoni

Gli sbandieratori del produttivismo e dello sviluppismo – anche nella versione contrabbandata per «verde» o sostenibile – vorrebbero accreditare un’immagine settaria e marginale degli obiettori di crescita: un manipolo di utopisti tardomoderni con l’ossessione recessiva di far cambiare rotta alla civiltà. Ma la logica trionfante del «cresci o muori» non può certo invocare maggior realismo, proprio quando si profila lo schianto del pianeta sotto il peso ecologicamente e socialmente funesto di iperproduzione, iperconsumo e iperscarto. Quell’insensatezza che oggi è diventata sinonimo di catastrofe viene da lontano, come chi in ogni tempo ne ha denunciato le storture che già si annunciavano mortifere. Si tratta di filosofi, poeti, economisti, romanzieri, politici, teologi, di cui Serge Latouche fa qui l’appello in quanto precursori, pionieri e compagni di strada. Tutt’altro che gracile, l’albero genealogico della decrescita vanta il fior fiore del pensiero critico e della sapienza di diversi continenti, configurando una storia delle idee alternativa. In felice promiscuità vi prendono posto cinici, epicurei e buddhisti zen, decrescenti di città e decrescenti di campagna, mistici e anarchici naturisti, oppositori dell’industrialismo agli albori e antiglobalisti attuali. Tra loro, anche qualche «infrequentabile» o inclassificabile. Da Diogene a Tagore a Orwell, da Fourier a Gandhi a Berlinguer, da Pound a Baudrillard a Terzani, si compone una schiera multiforme a cui Latouche ascrive a buon diritto la propria prospettiva di un’«abbondanza frugale, o prosperità senza crescita, in una società solidale». Con gli obiettori di crescita, Latouche parteggia per la «sobria ebbrezza della vita» invocata da Illich, e continua a metterci in guardia dall’abisso.

Titolo
La decrescita prima della decrescita
ISBN
9788833928036
Autore
Collana
Traduzione di
Fabrizio Grillenzoni
Anno
2016
Formato
Brossura
N° di pagine
200

  • I libri di Serge Latouche

Il pianeta dei naufraghi

Il pianeta dei naufraghi

S. Latouche

Migranti e relitti si inabissano ogni giorno nei nostri mari, con una progressione da ecatombe. I «naufraghi dello sviluppo»…

16,00€
Usa e getta

Usa e getta

S. Latouche

Secondo le aziende costruttrici, quella della vita a termine degli oggetti di consumo, soprattutto elettrici ed elettronici, sarebbe…

15,00€
Breve trattato sulla decrescita serena e Come sopravvivere allo sviluppo

Breve trattato sulla decrescita…

S. Latouche

«Non possiamo più sopportare né i nostri vizi né i loro rimedi». Il celebre motto di Tito Livio sembra concepito per la situazione…

16,00€
L’economia è una menzogna

L’economia è una menzogna

S. Latouche

I saperi che si ammantano di scientificità nascondono talora un cuore di fede, l’adesione ottenebrante a un credo. Serge Latouche…

15,00€
Usa e getta

Usa e getta

S. Latouche

Stampanti bloccate a orologeria, dopo diciottomila copie, o computer fuori uso allo scadere dei due anni: non siamo di fronte…

14,50€
Dove va il mondo?

Dove va il mondo?

S. Latouche

Difficile sbagliare le previsioni a brevissimo termine, perché il futuro immediato è già qui. Meno coinvolgente il vaticinio…

8,00€
Limite

Limite

S. Latouche

All'economista che più ha scorticato l'idea dello sviluppo a ogni costo la storia recentissima non può che dar ragione. I sistemi…

9,00€
Per un’abbondanza frugale

Per un’abbondanza frugale

S. Latouche

Che cos'è mai l'abbondanza frugale, oltre a un ossimoro che lega provocatoriamente due opposti, a un'ennesima parola d'ordine…

15,00€
Come si esce dalla società dei consumi

Come si esce dalla società dei consumi

S. Latouche

Latouche riprende qui tutti i principali temi e le argomentazioni della sua riflessione sulla necessità di abbandonare la via…

16,00€
L’invenzione dell’economia

L’invenzione dell’economia

S. Latouche

Dall'autore del "Breve trattato sulla decrescita serena", ecco un saggio di interrogazione radicale sul terreno di una delle "invenzioni"…

18,00€
Sortilegi

Sortilegi

S. Latouche

Questa raccolta di diciotto racconti è il risultato dell'incontro tra un francesista siciliano e un celebre economista bretone.…

14,00€
Breve trattato sulla decrescita serena

Breve trattato sulla decrescita serena

S. Latouche

La decrescita - sostiene l'autore - non è la crescita negativa. Sarebbe meglio parlare di "acrescita", così come si parla di…

11,00€
Come sopravvivere allo sviluppo

Come sopravvivere allo sviluppo

S. Latouche

Secondo Latouche, bisogna mettere in discussione i concetti di crescita, povertà, bisogni fondamentali, tenore di vita e decostruire…

11,00€
Giustizia senza limiti

Giustizia senza limiti

S. Latouche

Nelle prime due parti del libro Serge Latouche mette a confronto l'apologetica della società di mercato realizzata dalla scienza…

22,00€
La sfida di Minerva

La sfida di Minerva

S. Latouche

Di fronte al rischio cui è costantemente esposta la nostra civiltà, a causa della proliferazione tecnologica e scientifica,…

14,00€
La megamacchina

La megamacchina

S. Latouche

Nelle organizzazioni di massa l'uomo diventa l'ingranaggio di una meccanica complessa che raggiunge una potenza quasi assoluta:…

16,00€
La decrescita prima della decrescita

La decrescita prima della decrescita

S. Latouche

Gli sbandieratori del produttivismo e dello sviluppismo – anche nella versione contrabbandata per «verde» o sostenibile –…

16,00€