I dieci esperimenti più belli

Da Galileo a Millikan

I risultati scientifici che oggi si guadagnano le prime pagine dei giornali sono frutto del lavoro di folte équipe e richiedono ingenti risorse tecnologiche e finanziarie. Ma c’è stato un tempo, non troppo lontano, in cui le scoperte rivoluzionarie erano frutto della curiosità, dell’intuizione e dei calcoli di un singolo. Gli esperimenti raccontati in questo libro non hanno in comune uno specifico ambito di ricerca, né la posizione al vertice di una ideale – e impossibile – gerarchia stilata in base all’importanza: sono, a giudizio di George Johnson, acclamato divulgatore scientifico, i più belli. Prevedono strumenti semplici, come il motivetto cantato da Galileo per scandire il tempo mentre la palla rotola sul piano inclinato, il serpente vivo diviso in due grazie a cui Harvey dimostra che il sangue circola, il bastoncino che Newton si infila dentro la cavità oculare per capire come avviene la percezione dei colori, le gocce d’olio usate da Millikan per misurare la carica degli elettroni. Sono storie in cui lo sperimentatore, dopo essersi posto una domanda precisa, ha sondato la realtà tramite un procedimento lineare ed elegante e ne ha ottenuto una risposta altrettanto chiara.



Titolo
I dieci esperimenti più belli
ISBN
9788833920009
Autore
Collana
Anno
2009
Formato
Brossura
N° di pagine
172

  • I libri di George Johnson

I dieci esperimenti più belli

I dieci esperimenti più belli

G. Johnson

I risultati scientifici che oggi si guadagnano le prime pagine dei giornali sono frutto del lavoro di folte équipe e richiedono…

20,00€