22 Aprile

Tempo di Libri, «Maternità e tabù. Le sfide delle donne nella società contemporanea»

Incontro con Orna Donath in occasione della pubblicazione di Pentirsi di essere madri (Bollati Boringhieri) e con Serena Marchi, autrice di Mio, tuo, suo, loro. Donne che partiriscono per altri. Intervengono Michela Murgia e Veronica Pivetti.

 

«Se poteste tornare indietro nel tempo, decidereste ancora di diventare madri?» Questa domanda, posta dalla giovane sociologa israeliana Orna Donath a un certo numero di donne ebree israeliane, ha ricevuto in ventitré casi come risposta un «no» deciso. E si è rotto un tabù, quello della donna «naturalmente» protesa ad essere madre. Lo studio è ora un caso internazionale anche grazie all’hashtag #RegrettingMotherhood, che in breve tempo è diventato virale, dimostrando quanto la questione abbia toccato un nervo profondo e sensibile e quanto sia attuale nell’intera società occidentale. Ci si può pentire di essere madri? Ebbene sì, avviene, forse spesso, ed è un sentimento lecito. Questo non significa naturalmente che le madri pentite non amino i loro figli. Proprio il contrario. In tutti i casi il pentimento e l’amore materno sono due sentimenti ben distinti.

 

agenda

  • Eventi di Orna Donath

  • Tutti
    • Tutti

Nessun evento disponibile per questo autore


Pentirsi di essere madri

Pentirsi di essere madri

O. Donath

«Ti pentirai di non avere avuto figli! Ricorda, te ne pentirai!». Questa profezia di sventura accompagna le donne…

23,00€